HITLER NON AVEVA RAGIONE

Standard

Hitler non aveva ragione

Si può sostenere che all’inizio degli anni 30 uno dei motivi principali che hanno spinto i tedeschi a votare in massa per i nazionalsocialisti, sostenuti dagli industriali,   sia stato quello di non pagare i debiti di guerra alla Francia ed alle altre potenze vincitrici.   

Oggi come allora chi non rimborsa ingenti debiti contratti con altri paesi si pone al di fuori della legalità internazionale, ed è giusto ricordarlo, perchè esistono invece altri paesi, non sempre valorizzati, che i debiti li hanno onorati sempre, anche nei momenti più difficili.

Ad esempio l’Italia negli anni settanta dovette dare in pegno proprio alla Germania l’oro della Banca Centrale per ottenere un prestito a termine in piena crisi economica, prestito poi puntualmente restituito.

La storia ha tragicamente dimostrato quanto bieco cinismo c’era dietro al “sacro egoismo” tedesco, che lentamente cercava di occupare tutta l’Europa , per affermare la supremazia della  “razza superiore ariana”.

Allora per fortuna la rana europea non si lasciò bollire e saltò fuori dalla pentola appena in tempo: Francia, Inghilterra e poi anche la Russia ebbero il coraggio di opporsi a costo di fiumi di lacrime e sangue.

Oggi non c’è più, credo, nessun bieco progetto di dominio razziale, ma permane in alcuni grandi paesi europei la concezione della politica internazionale come strumento per realizzare l’allargamento e la prevalenza degli interessi nazionali, logica spesso non compatibilecon la corretta gestione di Istituzioni e risorse comuni, per il perseguimento dei principi ispiratori dei trattati comunitari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...