DA DOVE VIENE IL PREMIO DI MAGGIORANZA ?

Standard

Acerbo-mussolini

L’Italia è probabilmente il primo ed il principale paese con tale sistema elettorale, che fa governare senza interferenze di minoranze i Comuni, le Regioni e da qualche lustro anche il paese.

Il premio di maggioranza è stato recentemente dichiarato incostituzionale dalla sentenza della Corte Costituzionale con Sentenza  1/2014 poiché:

.. comprometterebbe poi l’eguaglianza del voto e cioè la «parità di condizione dei cittadini nel momento in cui il voto viene espresso», in violazione dell’art. 48, secondo comma, Cost., tenuto conto che la distorsione provocata dalla predetta attribuzione del premio costituirebbe non già un mero inconveniente di fatto, ma il risultato di un meccanismo irrazionale poiché normativamente programmato per tale esito.” .. Cioè in sostanza secondo la Corte Costituzionale il premio di maggioranza viola il principio secondo cui il voto dev’ essere uguale, perché ciascun voto deve avere lo stesso peso nelle elezioni.

Visto che però la maggior parte dei politici non demorde e vuole riproporre una legge elettorale con il premio di maggioranza, mi chiedo cosa ci ha dato fino ad oggi questo meccanismo.

Esso fu introdotto da un Ministro di Mussolini di nome Giacomo Acerbo, che permise con questo espediente di dare al Partito Nazionale Fascista i 2/3 dei voti nelle elezioni del 1924, quelle che nelle intenzioni del Re e dei moderati dovevano servire a utilizzare Mussolini ed i fascisti per far pulizia di comunisti e socialisti. Solo che poi Mussolini non se ne andò come speravano i moderati e finì che si votò anche per la trasformazione della Camera dei Deputati in Camera dei Fasci e delle Corporazioni.

Fino a qui le origini storiche non esattamente “ nobili “ per chi si dichiara democratico.

Poi ancora il premio di maggioranza è di nuovo introdotto per stabilizzare  le Giunte regionali e comunali, con i risultati di buon governo locale che sono ormai evidenti in termini di costi, di tasse , di disservizi e di corruzione, perché il premio ha blindato le maggioranze ed ha annullato qualsiasi dialettica politica nei Consigli, impedendo evidentemente alle minoranze di svolgere la loro essenziale funzione di controllo sulla maggioranza.

Infine esso è stato voluto dalla Lega Nord nella legge elettorale nazionale con l’intento malcelato di generare scollamento tra una classe politica chiusa nel suo mondo e gli elettori, portando   evidentemente acqua verso la causa della seccessione.

Ma evidentemente tutto questo non basta ai politici “talpa” che hanno ottime ragioni per temere i gufi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...