LA RESISTENZA ITALIANA

Standard

partigiani a luzzara

 

LA POVERTA’ DEI MEZZI DEI PARTIGIANI ITALIANI E LA LORO CAPACITA’ DI TENERE IMPEGNATI PER DUE ANNI TUTTI I REPARTI DELLA RSI, ARMATI CON MEZZI MODERNI ED APPOGGIATI DALL’ESERCITO PIU POTENTE DEL MONDO, DETTE AGLI ITALIANI LA DIGNITA’ CHE L’ALLENAZA CON L’INVASORE E NEMICO DI SEMPRE AVEVA LORO TOLTO AGLI OCCHI DEI PAESI DEMOCRATICI .

COME SI FA A MINIMIZZARE L’IMPORTANZA DELL’EROISMO DI CHI SUBI’ TORTURE, MASSACRI E ATROCITA’ DI OGNI GENERE PER LIBERARE L’ITALIA, MENTRE NON SI CONSIDERA L’UMILIAZIONE DELLA DISFATTA  MILITARE, LA MISERIA E LA DISSOLUZIONE A CUI CI HA CONDOTTO IL FASCISMO ?

INFLAZIONE, DEFLAZIONE, RIFORME

Standard

famiglia povera

Sul Financial Time di ieri un articolo di  fondo parla del passaggio storico dall’ inflazione degli anni 70 alla deflazione, inaspettato spauracchio di oggi.

Io mi chiedo invece come ci si può meravigliare del fatto che con la disoccupazione giovanile al 40%, la prospettiva di andare in pensione tardi o chissà quando e chissà come, la precarizzazione inesorabile dei rapporti di lavoro, come ci si può meravigliare perché , quando possono, le famiglie cercano di risparmiare per far fronte ad futuro così incerto.

L’aspettativa di redditi futuri regola il comportamento del consumatore quando deve decidere se risparmiare o spendere. Quello che sfugge ai nostri manager dell’economia è la differenza tra le società americana e quella europea e mediterranea in particolare. In America e forse anche in altre società i legami familiari si interrompono definitivamente con l’età adulta, mentre nelle società del sud Europa ed in Italia in particolare è fortissimo il legame di solidarietà all’ interno della famiglia.

Questi costumi non sono né immorali né irrazionali e spingono verso comportamenti che turbano la dinamica dei prezzi per motivi esogeni, che dipendono da una distribuzione del reddito, questa si, sempre più iniqua ed irrazionale.

I genitori che ancora posseggono un reddito o una rendita tendono a spendere sempre meno perché vogliono provvedere se possono ai bisogni futuri dei figli, che redditi non ne hanno e probabilmente non ne avranno.

E’ questo il dramma a cui deve far fronte la politica economica e chi la governa se fosse saggio dovrebbe reagire con interventi di stimolo ed investimenti pubblici diretti , per risolvere questo problema prima che quello dell’inflazione o del pareggio di bilancio e delle supposte riforme.