Standard

DEMOCRAZIA

Democrazia  diretta

La democrazia rappresentativa è realizzata con la legge elettorale che permette ai cittadini di esercitare la sovranità popolare nei modi della Costituzione e cioè attraverso le elezioni politiche .

Il referendum è invece l’unica espressione di democrazia diretta, nel quale l’elettore dev’essere serenamente informato nel merito, sugli effetti che questa o quella legge producono.

Allora , sebbene i motivi per criticare il governo siano tantissimi, gravissimi ed anche urgentissimi io chiedo perché l’informazione televisiva e non evita accuratamente di informare gli elettori sugli effetti e sulle ragioni che giustificano le vantatissime riforme ?

 

Se la ratio della rigidità della Costiuzione prevede il referendum Costituzionale per far partecipare l’elettorato direttamente alle decisioni nel merito perché non si informa in modo puntuale l’elettore sulle funzioni del nuovo Senato?

Perché non si discute delle ragioni che rendono utile o necessaria la nomina dei senatori da parte dei partiti , anziché la loro elezione da parte dei cittadini?

Perché non si riflette serenamente su come il premio di maggioranza abbia dissolto la dialettica tra maggioranza ed opposizione nei consigli comunali e regionali?

Se invece è lecito trasformare il referendum costituzionale in un plebiscito pro o contro il governo allora perché non si parla del motivo per cui nella scuola sono stati aboliti i diritti sindacali in materia di mobilità e di retribuzione?

Perché non si fa l’unica vera , urgente e grande riforma macroeconomia, quella della redistribuzione del carico fiscale?

 

Perché non si fa una lotta efficace contro intere categorie di lavoro che praticano sistematicamente l’evasione fiscale, scaricando il peso della contribuzione sui dipendenti e sulla casa?

Perché non si divulgano i dati sul crollo della produzione in Italia?

Perché si è fatto credere agli elettori che la crisi economica si risolvesse grazie al segno più in borsa?

Perché non si informano i cittadini di quanto sono costati all’INPS gli scontri contributivi ammessi dal Jobs Act?

Perché non si divulgano dati analitici sulla disoccupazione e sulla distribuzione del reddito?

Perché non si denuncia con forza l’inconsistenza del piano d’investimenti europeo, in confronto all’ ARRA di Obama?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...